Amore Multiversi: l’amore in tutte le sue declinazioni

Amore Multiversi è la mostra dedicata all’amore e organizzata da In Arte Exhibit in collaborazione con l’Ufficio cultura della Provincia di Potenza, che ha messo a disposizione gli spazi espositivi del Museo Archeologico Provinciale del capoluogo lucano.
L’obiettivo della rassegna è sia quello di celebrare con una mostra-concorso il mese dedicato agli innamorati, che quello, molto più ambizioso, di diffondere l’arte contemporanea tra le giovani generazioni.

Il risultato è una mostra veramente interessante dove troviamo opere eterogenee sia per i temi trattati che per le tecniche utilizzate, passando da pitture ad olio a sculture, senza tralasciare acrilici e pitture materiche.

Gli stili utilizzati, così come i materiali, sono tra i più disparati: si passa dalla classica pittura figurativa ai quadri multimateriali con l’aggiunta di mezzi di recupero, dall’astrattismo alla fusione di più stili e generi in uno, tutti con un unico trait d’union, l’amore in tutte le sue declinazioni. È questa forse la nota più inaspettata: le opere si prestano a mille interpretazioni, alcune volte, se non addirittura spesso, contrastanti con il messaggio veicolato dall’autore, segno tangibile che l’amore è un sentimento personale e soggettivo.

L’amore viene scandagliato, nelle opere presenti, in tutte le sue sfaccettature soprattutto per quanto riguarda le varie fasi dell’uomo: dall’innamoramento alla sua fine lenta e, spesso, dolorosa, alle pulsioni e passioni più terrene fini ad arrivare all’odio e alla violenza, ma il sentimento può essere visto anche come un gioco d’azzardo dove entrambi le parti devono essere disposte a rischiare pur di essere contraccambiati o l’amore per l’essere umano fine a se stesso indipendentemente da razza e religione. Ma anche quello per il bello, per i genitori, l’amore per l’arte, la musica o semplicemente per il proprio lavoro, o ancora l’amore che Madre Terra dona ogni giorno a noi uomini ed esseri viventi, e quello  che noi proviamo per la natura. Sentimento che, se viene esasperato, può portare al fanatismo e all’odio che si prova per il diverso sia per religione o colore, arrivando al  disprezzo che si prova per l’amore spesso abusato e mercificato

Insomma la tematica è stata approfondita in maniera più che egregia in tutte le trenta opere in concorso e dai venticinque artisti provenienti da tutta Italia: si tratta delle piemontesi Daniela Grifoni da San Nazzaro Sesia (NO) e Sara Menichino da Torino, della lombarda Viviana Graziani da Saronno (VA), di Arturo D’Ascanio da Trieste, del marchiginano Moreno Corallini da Civitanova Marche (MC), di Micaela Trottolini da Bastia Umbra (PG), della romana Emanuela De Franceschi da Montecompatri (RM), delle pugliesi Miranda Santoro da Ascoli Satriano (FG) ed Elena D’Attoma da Conversano (BA), della sarda Giovanna Macciocco di Lanusei (NU), dei campani Vito Egidio Ungaro, Milena Gallo e Lucio De Simone da Salerno, dei calabresi Fabrizio e Armando Cistaro da Mesoraca (KR) e Fedele Barletta da Normanno (CS), dei siciliani Vincenzo Stanislao da Trapani ed Emilio Sorvillo da Mondragone (CE). Nutrita la schiera di artisti lucani, tutti provenienti dal potentino: Antonella D’Amelio da Montemilone, Giuseppe Festino da Melfi, Emanuela Calabrese da Muro Lucano, Carlo Battista da Baragiano, Stefania Riccio e Sante Muro da Satriano di Lucania, Giovanni De Canio da San Chirico Nuovo.

Inoltre, poiché le opere sono tutte in concorso, il 19 febbraio si terrà la premiazione delle realizzazioni ritenute più aderenti alla tematica e che hanno suscitato più emozioni ai visitatori e, chicca finale, gli artisti presenti esporranno i sentimenti che hanno animato le loro opere.

La mostra si inserisce in un progetto più ampio di eventi itineranti denominato In Arte in Tour che vedrà coinvolte location prestigiose quali castelli, abbazie, anfiteatri e musei di Basilicata, Puglia e Campania, allo scopo di promuovere su scala nazionale territori ricchi di storia, arte ed architettura e di offrire agli artisti vetrine prestigiose per esporre le proprie opere.

Amore Multiversi
A cura di Angelo Telesca e In Arte Exhibit
Museo Archeologico Provinciale, Potenza
Dal 3 febbraio al 20 febbraio 2017
Premiazioni il 19 febbraio 2017

Michele Montesano per MIfacciodiCultura

Foto Giacomino Simona

Grazie per aver visito il mio sito. Ti aspetto per le prossime novità.